L’Isola di Trevi

Imboccare Vicolo del Puttarello è come attraversare una porta spaziotemporale. Un passo prima sei nella calca di Fontana di Trevi, fra venditori ambulanti che cercano di rifilarti palline gommose da spiaccicare per terra, coppie con selfie stick, turisti in fila indiana che seguono la guida, bancarelle con souvenir di dubbio gusto, la Benetton, il Magnum … More L’Isola di Trevi

Fijo de mignotta

Si può scoprire una città per caso o facendosi guidare da chi la conosce già. Si può scoprire una città seguendo una guida oppure andando a cercare i luoghi che trovi descritti nel libro che stai leggendo, o che hai appena letto. “Mariella lasciò la macchina a Borgo Santo Spirito e s’incamminò a piedi verso … More Fijo de mignotta

La mia Appia

Ho sempre avuto un pessimo rapporto con la televisione, l’ho sempre guardata poco fin da quando ero bambina. Credo di aver visto la metà dei cartoni animati che hanno visto i miei coetanei, forse anche meno della metà. Preferivo star fuori oppure sfogliare libri. Ricordo che a casa nostra, in Argentina, c’erano due libri che … More La mia Appia

L’incredibile prete

Esco di casa alle otto meno cinque, giusto in tempo per prendere l’autobus che passa verso le otto. Attraverso la strada e vedo il 170 che svolta l’angolo. Perso. Vabbè pazienza, mi dico, oggi mi sento fortunata e tra pochi minuti ne passerà un altro completamente vuoto; non dovrò aspettare un quarto d’ora. Dopo 35 … More L’incredibile prete

Pastramami

Ci ho messo 43 stramaledettissimi anni per scoprire il pastrami, o meglio, per assaggiarlo. Ne avevo sentito parlare, ne avevo letto forse, ma non avevo mai avuto modo di provarlo. Un giorno inciampo in un articolo, spuntato da non so dove, non so come, dove si parla di un locale a Trastevere dove ce l’hanno. … More Pastramami

La Storia

– Quanti anni aveva durante la guerra, Signor Proietti? – chiese tra una cucchiaiata e l’altra. – Otto anni – rispose Eugenio con il naso nel piatto. – Brutti tempi – fece Mariella ripensando alla sua visita con Paolo alle Fosse Ardeatine. Quella visita l’aveva profondamente turbata; spesso per lei la guerra si riduceva a … More La Storia

RothRosica

Non voglio entrare nel merito Nobel per la letteratura a Bob Dylan sì, Nobel per la letteratura a Bob Dylan no. Non è che me ne importi granchè. Quello che mi fa ridere è che il grande deluso sia ancora una volta l’osannato, intoccabile, impareggiabile Philip Roth. Perchè quello che in verità volevo dire è che a me … More RothRosica

Je devi dì stronzo!

Bisogna essere strabici per girare per Roma, un occhio in basso per evitare le buche e le cacche ed uno in alto per vedere quello che i passanti distratti non notano. Inciampando nei sampietrini, prendendo storte e rovinando scarpe ho scoperto che la città è tappezzata di targhe commemorative. “Qui è nato”, “Qui ha vissuto”, … More Je devi dì stronzo!

Lella

Concentrato di romanità in una canzone tanto bella quanto terribile. Sentita cantare per strada, una sera, a Trastevere. « Te la ricordi Lella, quella ricca, la moje de Proietti er cravattaro, quello che cià il negozio su ar Tritone… » (Non me ne voglia De Angelis ma la versione che mi fa venire la pelle d’oca è … More Lella

Incontri sul 170

Verso le 21.00 salgo sul lurido 170, è semi vuoto e mi siedo di fianco ad una ragazza che guarda il telefono ed indossa gli auricolari, giapponese direi. I due posti davanti a me sono occupati, proprio di fronte a me una donna dai capelli scuri, telefono in mano e cuffie anche lei, di fianco, … More Incontri sul 170