22/11/’63 – Stephen King

No, non voglio parlare del libro di Stephen King. Oltre a non essere capace a raccontare la trama di un libro o di un film direi che il web non ha certo bisogno dell’ennesima recensione dell’ennesimo lettore che legge un libro e scrive cinque post.
E’ solo che voglio fare pubblica ammenda, perchè anni ed anni fa lessi “IT” e mi annoiò così tanto che non solo mi inibì la lettura di qualsiasi altro libro di King negli anni a venire, ma arrivai al punto in cui volevo che il pagliaccio uccidesse tutti i bambini e festa finita.
Poi mi sono fatta convincere a leggere “22/11’63” e mi sono ricreduta, tutto qui.
Devo però dire che il vizio di essere un po’ troppo prolisso non se lo è tolto. Ma è migliorato.

Annunci

10 thoughts on “22/11/’63 – Stephen King

  1. Ahahhahaha cacchio io ho avuto il percorso inverso. Ho letto IT e mi sono innamorato del King e son andato avanti con Misery non deve morire, la Tempesta Perfetta, Stand by Me, Il Miglio Verde, la prigione di Shawhank e le ali della libertà, Carrie, etc fino ad arricare a 22/11/63 che mi ha convinto che il King non abbia più nulla da dire!

    Liked by 1 persona

      1. Ci andresti male tesoro temo…a me l’unico che non piace è quello che hai recensito hahaha per il resto li ho letti tutti i libri del King o quasi. Il migliore Duma Key a pari merito con l’ombra dello scorpione e la saga di Roland il Pistolero e il Talismani (pieno zeppo di richiami ad altro autore che amo, Mark Twai, tanto che uno dei personaggi si chiama Jack Sawyer!)….

        Liked by 1 persona

  2. 22/11/63 dello Zio Steve mi è piaciuto da morire…finale commovente e trama di un fantastico che rapisce… è vero che si dilunga un po’ nei dettagli ma credo sia uno dei pochi scrittori che sa come tenere incollato il lettore al libro…ovviamente sto parlando degli autori “leggeri” pre dormita…quando sono ben sveglio ho altri gusti… 😉

    Mi piace

    1. Per me si è dilungato troppo un attimo prima della data cruciale, quella che dà il titolo al libro. Anzichè partire in un rush finale ha cercato di far salire troppo la suspence, ed io che ho l’attenzione di un moscerino, mi stavo distraendo. Però mi è piaciuto ed ho passato giorni interi a leggere. Quello ch enon mi aspettavo è che fosse un tenerone

      Liked by 1 persona

      1. Vedo che hai colto in pieno lo stile…si, è vero, passa troppo tempo tra la data fatidica e l’inizio del piano, ma è una caratteristica di King. Stessa cosa se leggi Mr. Mercedes, uno degli ultimi. E’ un giallo reale (niente fantasy) e scolpisce una storia d’amore inverosimile quanto tenera… 😉

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...