Il cancello di Jannis Kounellis

11081695_10152734345661845_1294254485_n

Pare che la Basilica di Santa Croce in Gerusalemme sia una delle tappe obbligate di Roma ma una volta lì non mi hanno impressionata nè la basilica in sè nè le reliquie esposte.

La vera sorpresa è stata invece il cancello che si trova lì di fianco, lo guardi e per un attimo ti sembra di essere catapultata da un’altra parte. E come giustamente dice Lodoli sembra di stare tra la vita ed il sogno. Vi auguro di scoprirlo per caso, come è capitato a me. E di sognare sbirciando oltre.

“Ecco, se potessi caricare tutti i miei studenti su un pullman li porterei a vedere un cancello fantastico, tra Le mille e una notte e le porte della percezione, qualcosa che divide e unisce realtà e poesia, mondo e oltremondo. Bisogna parcheggiare nel grande spiazzo davanti a Santa Croce in Gerusalemme e andare a destra: il cancello più straordinario di Roma sta lì. lo ha realizzato Jannis Kounellis ed è stato montato nel 2007. Quasi non ci sono parole per descriverlo, ma ci provo: le sbarre di ferro sembrano liquefatte e poi risolidificate in volute circolari, in una serie di spirali, gomitoli, giostre metalliche; e a perpendicolo su quel vortice scendono decine e decine di pietre e quarzi coloratissimi, rossi, gialli, verdi azzurri, come meteoriti piovuti da un pianeta festoso e incatenati lì. E’ un cancello magnifico (…) E oltre questo diaframma luminoso c’è l’hortus conclusus dei monaci: orto e giardino, lavoro e preghiera, fichi, uva, agrumi, gladioli, tulipani, camelie. Entrare non è possibile, un tempo si poteva, oggi non più: oggi si può solo sbirciare tra i vuoti del cancello fiabesco, aguzzare la vista sui quarzi sfavillanti, immaginare. Tra la vita e il sogno vibra quel sipario che è già vita, ed è già sogno”

Nuove isole – Marco Lodoli

1080717_10151608099111845_1835885193_n 11092913_10152734345801845_1682824654_n

Annunci

4 thoughts on “Il cancello di Jannis Kounellis

  1. Cara Venere, c’è un sottile filo che ci lega! L’unica amica che mi sono fatta qua in campagna è originaria di Roma e tramite lei ho avuto modo di conoscere le sue opere . Ogni tanto mi capita di incontrarlo. Ti racconterò

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...